la pagina di valentina
la pagina di antonio


Ci ha cambiati la scuola

Ci ha cambiati la scuola

1993, Edizioni Sonda - Casale Monferrato (AL)

Petrosino pensa che ciascuno di noi, a modo suo, sia un "caso" e un handicappato. Perci˛ egli si pone all'ascolto di questi bambini "insopportabili", che tali sono perchŔ a loro volta maltrattati. Egli non giudica nÚ condanna nessuno, ma interviene con fermezza nei riguardi di genitori, violenti con i figli perchŔ la vita Ŕ stata violenta con loro. Situazioni sempre diverse perchŔ ogni bambino riflette un suo universo. Gianni somatizza la sua miseria affettiva. Rosetta la traduce in ceffoni e brutalitÓ. Mohamed l'affamato Ŕ in realtÓ il campo di battaglia di due civiltÓ. Manuele il tetraplegico somiglia a ciascuno di noi: egli ama, desidera, spera.
Angelo Petrosino si identifica con ciascuno di loro, non per semplice curiositÓ, ma perchŔ deve gestire queste cicatrici dell'anima e aiutare questi bambini a trovare nuovi punti di riferimento che permettono loro di resistere all'attrazione della droga e della violenza, diventando adulti equilibrati e responsabili.